July 15, 2013

KAZAKY video interview for ELLO TV



Last week KAZAKY recorded an interview for ELLO TV with the presenter Elena Bobkina.
36 minutes long video where we can watch them and hear their voices.
It's so strange to see them with no heels or costumes, outside of a stage.
We have to be honest...we're impressed.
Our boy are amazing not only on their performances but also in reality: They seemed to us very humble, gentle, polite, sweet and funny.
We couldn't be happier about this interview and how KAZAKY are.

La scorsa settimana i KAZAKY hanno registrato un'intervista per ELLO TV con la presentatrice Elena Bobkina.
36 minuti di video dove possiamo guardarli e ascoltare le loro voci.
E' davvero strano vederli senza tacchi o i loro costumi di scena, fuori da un palco.
Dobbiamo essere onesti...siamo davvero colpiti.
I nostri ragazzi sono favolosi non solo durante le loro performance, ma anche nella realtà: Ci sono sembrati molto umili, gentili, educati, dolci e divertenti.
Non potremmo essere più contente di questa intervista e di come siano i KAZAKY.


Here you are the video with english subtitles! Enjoy it!

Eccovi il video con i sottotitoli in inglese, sotto troverete la traduzione (trascritta da noi) in italiano! Buona visione!





- Potete presentarvi nel caso qualcuna ancora non conoscesse i vostri nomi?
KAZAKY: Artur (Artùr), Oleg (Alièc), Stas, Kirill (Kirìll).

- Il vostro primo video è stato fatto per la canzone "In the Middle". Dopo c'è stato "Love" con milioni di visualizzazioni. Vi ricordate il momento in cui siete diventati famosi? Quando la gente ha iniziato a venire da voi per chiedervi foto e autografi?
KIRILL: Non ho idea di quando siamo diventati famosi. La nostra prima performance si è tenuta durante il The Big Love Show a Mosca (Cliccate QUI per vedere il video). C'erano già tanti fans lì! Lì è stato dove abbiamo fatto i nostri primi autografi, dove venivamo riconosciuti e poco tempo dopo abbiamo iniziato ad andare in tour in Russia, Europa e Cina.

- E riguardo a Kiev, la vostra casa? Dopo il video di 'In the Middle' ho visto lo scalpore che c'è stato online! La gente lo postava nelle loro bacheche e parlavano di questi ragazzi che ballavano sui tacchi alti.
KIRILL: A dire il vero, in quel momento non eravamo a Kiev.
OLEG: Mi ricordo il primo show, la preparazione. Ci sono stati molti momenti divertenti tra il pubblico durante le prove. Era il compleanno di MTV al Chrystal Hall, il nostro primo show come KAZAKY.

- Sul palco?
OLEG: Sì, sul palco. Come ha detto Kirill, il primo show importante è stato a Mosca, ma il primo vero e proprio è stato per MTV. Ad essere sincero, eravamo preoccupati anche se prima abbiamo passato ore e ore nella Hall. Ma il primo show è chiamato 'primo' perchè tutti si aspettano qualcosa in più da te. E' stato bello, ma eravamo preoccupati.

- Qualche incidente? Avete rotto un tacco?
OLEG: No, non abbiamo rotto nessun tacco. Ma sappiamo che alcune cose sarebbero potute andare meglio. Non credo che il pubblico le abbia notate, quindi non riveleremo tutti i nostri segreti.

- In un'intervista avete detto che siete interessati alla moda legata alla danza. Potreste dirci quale tipo di danza potrebbe venir chiamata 'alla moda e moderna' oggigiorno e cosa le persone balleranno in, diciamo, 10 anni?
ARTUR: E' difficile da dire, perchè adesso ci sono tanti stili di danza che fanno tendenza. Sono tutti collegati e costantemente qualcosa di nuovo compare. E' difficile dire cosa succederà tra 10 anni, è addirittura difficile dire cosa succederà domani.
OLEG: Credo che oggi gli stili siano mescolati. La cosa importante è portare il proprio fresco e nuovo contributo. Esibirsi con un solo stile è un pò poco professionale. Lo stile principale nella moda è essere individuale.

- Presto uscirà il vostro secondo album e i vostri fan non vedono davvero l'ora. Si intitola "I Like It" e abbiamo già ascoltato il pimo singolo "Touch Me". Diteci di più del lavoro che c'è dietro e dove ci avete lavorato.
ARTUR: Abbiamo scritto l'album in Ucraina, ci sono tante persone di talento qui. E' stato un lavoro lungo, abbiamo cercato di scrivere le canzoni il prima possibile e siamo molto felici del risultato. Presto tutti lo sentiranno e spero piaccia.
OLEG: E' davvero un duro lavoro. A volte senti un nuovo demo e pensi "Bam! E' una hit!". Poi la canzone che invece ha avuto meno attenzione, diventa la migliore. E' faticoso. Kirill e Artur scrivono le nostre canzoni. "Crazy Law" è stata scritta da Kirill. E' un lavoro di gruppo, è molto complicato, con i suoi vantaggi e svantaggi. Siamo molto contenti per l'album, anche se non siamo mai completamente soddisfatti. Siamo felici di averlo fatto e non vediamo l'ora di sentire le opinioni dei nostri fan. 

- Avete una canzone preferita tra quelle dell'album?
OLEG: Sì, tutte.

- Quali sono state le vostre preferite?
OLEG: Penso che ognuno debba rispondere, ognuno ha la sua canzone preferita.

- Stas, qual è la tua?
STAS: Non riuscirei a dirlo. Abbiamo creato le canzoni insieme e ci abbiamo investito molto.
KIRILL: Mi piace "Love".
ARTUR: Anche a me piace "Love". E "Crazy Law" è incredibile, ben fatto Kirill.

- Non siete solo impressionanti fisicamente, ma scrivete anche canzoni impressionanti! La vostra musica ha un'atmosfera speciale. Potete descriverla? Cosa riguarda la vostra creazione?
KIRILL: Questa atmosfera speciale riguarda il nostro 'carattere maschile', la nostra forza e la bellezza mascolina. Abbiamo sempre voluto dare alla gente la nostra danza e il diritto di essere originali, il diritto di mostrare quello che si vuole mostrare. Non può essere sbagliato e vogliamo che chi ci guarda, i nostri fan, cerchino il loro talento e la loro originalità.
OLEG: Come ha detto Kirill, come cantiamo in "Crazy Law", noi non vogliamo mostrare qualcosa di sbagliato o guidare nella direzione sbagliata. Stiamo solo dando la possibilità di scelta. E' vero che ogni canzone ha il proprio carattere e la sua atmosfera. E' unica, facile da riconoscere perchè lavoriamo sulla nostra musica sempre insieme. Non funziona così: ci mostrano una canzone, ci piace, la registriamo. E' un processo di costante cambiamento e a volte la canzone è il 90% differente da quello che era all'inizio. Ed è il motivo per cui esiste questa atmosfera.
ARTUR: Questa è la nostra atmosfera.
KIRILL: LIbertà. Libertà dell'uomo.

- E per quanto riguarda l'umore? "Last Night" e "Crazy Law" esprimono circa lo stesso stato d'animo.
KIRILL: Ogni canzone ha il suo stato d'animo.
ARTUR: C'è il sesso, l'amore, ci sono i sentimenti.

- Penso ci sia il sesso in ogni canzone!
OLEG: C'è il sesso in ogni canzone. "Last Night" è stata scritta da Kirill, è per questo che sono simili ("Last Night" e "Crazy Law").
KIRILL: L'abbiamo scritta insieme io e Artur.

- E' uscito il singolo "Touch Me" e avete girato il video. Diteci come si sono svolte le riprese, chi è il regista e se è successo qualcosa di interessante mentre stavate registrando.
ARTUR: Il video è stato girato a Kiev, Hindrek Maasic l'ha diretto ed è lo stesso regista di "Crazy Law". E' un piacere lavorare con lui, è una persona favolosa e piena di talento. Sai, abbiamo girato due video (con lui) e nessuno era stanco dopo 24ore di riprese non-stop. E' nostro amico e speriamo di lavorare con lui ancora. Tante cose sono successe durante le riprese. Ad esempio, mentre giravamo "Crazy Law", abbiamo quasi dato fuoco ad una ragazza. Faceva davvero freddo, tutto è stato girato in una vera prigione abbandonata e c'erano -20°. Ma grazie al team molto amichevole e professionale, tutto ha funzionato e siamo rimasti contenti del risultato.

- Ma con -20° i vostri muscoli congelano, vero?
OLEG: E' questo il motivo per il quale la ragazza è quasi 'bruciata'. Fuori c'erano -20°, ma dentro la temperatura era la stessa. L'edificio era completamente abbandonato, nessun impianto di riscaldamento, niente. L'unica cosa che ci aiutava erano dei grandi generatori e noi ci mettevamo lì vicino per riscaldarci. Assomigliavano a dei razzi! La ragazza si è avvicinata per riscaldarsi, ma indossava una pelliccia e abbiamo iniziato a sentire odore di bruciato.
ARTUR: Anzi, di cucinato.

- E "Touch Me"?
OLEG: "Touch Me" è adatta all'estate. Parla pure, Kirill.
KIRILL: E' stato piuttosto facile sebbene ci fosse delle nuvole fitte in tutta Kiev, non eravamo preoccupati per la pioggia. E' stato fatto tutto in modo professionale, non abbiamo nemmeno sudato.
ARTUR: La cosa più divertente è stata filmare in aeroporto. C'era chi partiva, chi arrivava e poi c'eravamo noi che indossavamo i nostri costumi e i tacchi alti. Quando stavamo registrando con la troupe, la gente non era poi così sorpresa, ma quando eravamo da soli si chiedevano chi fossero questi quattro ragazzi che giravano in aeroporto con un completo e i tacchi alti. Si poteva chiaramente vedere lo shock nei loro occhi, perchè non capivano cosa stesse succedendo. E' stato divertente vederli.
OLEG: Alla fine della giornata quando tutti eravamo stanchi, avevamo registrato tanto e avevamo bisogno di rinfrescarci, il modo migliore per chiamarla è 'isteria', quando tutti iniziando a dare di matto. Abbiamo iniziato a ballare come matti in aeroporto. Lo staff era shockato. La gente non si comporta così di solito, neanche durante le feste di compleanno e ai matrimoni più pazzi. Ballavamo in cerchio, tutti quanti, l'intera troupe. Artur e Stas hanno cominciato e tutti poi si sono uniti.

- Oleg, Wikipedia dice che ti piace creare fumetti. Chi era il supereroe?
OLEG: Attualmente non lo faccio, perchè non ho molto tempo. Li disegnavo quando ero bambino. Ho sempre voluto volare quando ero piccolo, forse perchè non ero alto. Per questo i miei supereroi sapevano volare. Amavo i fulmini e i miei supereroi dovevano avere poteri legati ai fulmini. A dire il vero, sono un artista, ho il diploma. Non disegno solo fumetti, uso le mie abilità ora e disegno i costumi e altre cose. Non vanno mai via, ho cambiato lavori e ho portato tutto ciò che avevo nella danza.

- Hai disegnato anche i tuoi tatuaggi?
OLEG: Sì, ho solo disegnato uno schizzo sul mio braccio e sono andato dal mio tatuatore, che è favoloso. Mi dice che sono il miglior cliente che abbia mai avuto. Non deve fare nulla, vado lì e mi fa il tatuaggio direttamente su di me.

- Sei anche incaricato delle coreografie?
OLEG: Per la maggior parte sì, ma tutti partecipiamo nel farle.

- Cosa ti ispira come coreografo?
OLEG: Tante cose. Può essere anche qualcosa di piccolo. Un film che ho visto, una canzone, una città.

- Qual è la tua città preferita?
OLEG: Abbiamo già viaggiato tanto. Sono rimasto molto colpito da New York, volevo rimanere lì a vivere. Mi sono innamorato del Brasile, della città di Fortaleza. Ma la mia preferita in assoluto sarà sempre Barcellona, ci sono stato molte volte ed è la migliore. Vado lì e mi sento come a casa. Mi piace non per il centro della città, ma per i differenti quartieri e la sua architettura è semplicemente geniale, è sicura ed è una città rilassante. Se ho 3/4 giorni libero, vado a Barcellona.

- Oleg, è vero che non hai potuto esibirti con la band per un pò? Cos'è successo?
OLEG: Sì non ho potuto e ancora non posso. Recentemente ci siamo esibiti in Turchia, ad una sfilata insieme ad Adriana Lima. Mi sono fatto male al ginocchio durante le prove. All'inizio non ci ho prestato molta attenzione, ho messo una fascia e ho continuato ad esibirmi. Ho scoperto poi che il trauma era molto più serio di quel che credevo. Ora mi sto riprendendo. Ma c'è un lato positivo per ogni storia: ora ho più tempo per trovare idee per lo show. Abbiamo grossi progetti, quindi non sto perdendo tempo.

- Quando ritornerai a lavorare?
OLEG: Il prima possibile.

- Vi siete esibiti alla sfilata di DSquared e altri stilisti, i quali sono stati felici di avervi. Avete preso parte ad un servizio fotografico per VMagazine. La nomination all'Oscar Arianne Phillips, Dolce&Gabbana, Nicola Formichetti amano il vostro lavoro. Che ruolo ha la moda nella vostra vita? Avete altri progetti legati al mondo della moda?
OLEG: La moda è una parte importante del nostro progetto. Non abbiamo mai programmato di creare un progetto legato alla moda prima di tutto. Abbiamo il nostro stile, cioè l'essere mascolini con i tacchi alti e con un'interessante coreografia. E' solo successo che il mondo della moda ci abbia notati e ne siamo davvero lusingati, avendo voluto anche lavorare con noi. Non stiamo cercando nuove collaborazioni con il mondo della moda, noi stiamo creando e portando a compimento i nostri progetti. Se abbiamo offerte interessanti, diciamo di sì. Non ci importa quanto grande sia il progetto, vogliamo che sia interessante! Saremo felici di lavorare con persone di talento, che riguardino la moda, la musica, la danza, il cinema o qualsiasi altra cosa. Abbiamo già grandi progetti e se abbiamo altre offerte relative al mondo della moda ne saremo felici.

 - Abbiamo alcune domande da parte dei fans di ELLO. Ce n'erano molte e ho scelto le più interessanti. Olga da Togliatti: «Cosa pensate delle ragazze con i tatuaggi?"
OLEG: A me piaciono. Non so gli altri.
ARTUR: Che razza di domanda è questa? Ci sei tu qui, così bella...
OLEG: Tu hai tatuaggi, cosa dovremmo dire?
STAS: E' la scelta di ogni persona. Se la persona sta bene con esso, perché no?
OLEG: La cosa più importante è che piaccia a chi se lo fa. Se gli piace, poi piacerà anche alle altre persone. E' molto personale! Ora sembra che le persone siano in competizione: chi riesce a farsi più tatuaggi! E' comunque troppo per una ragazza. Tuttavia sono bellissimi i tatuaggi fatti in posti giusti, come i tuoi, sono molto belli!

- Grazie! Alcuni di voi non hanno tatuaggi. Stas, ne hai qualcuno? Perché no?
ARTUR: Non ne ho bisogno.
STAS: Per quanto mi riguarda mi piace quando un tatuaggio si adatta una certa persona e si vede che era felice quando lo ha fatto. E' un piacere da guardare. Non vorrei farne uno perchè sono nato senza ed è una buona cosa. Questo è il motivo per cui non voglio farne uno.

- Anastasia Sizonenko chiede - "Che cosa apprezzate di più nelle ragazze?"
ARTUR: L'essere umile e tranquilla. Questo è quello che io apprezzo.
OLEG: Mi piace quando le ragazze sono intelligenti, non solo belle. Quando si parla di una ragazza perfetta, non stiamo parlando di una ragazza da una sola avventura! Stiamo parlando della persona con cui trascorrere il resto della tua vita. Ecco perchè per me la conversazione è importante, così come vederla come un'amica anche.
KIRILL: L'anima gemella. Così mi ha conquistato.
OLEG: Sì, una anima gemella. E' molto importante. La sua mente è molto importante per me.

- E tu, Stas?
STAS: Una donna è sorprendente. Le donne sono le nostre madri. La cosa più importante delle donne e delle ragazze è la capacità di prendersi cura. Prendersi cura dei loro figli, figlie, fidanzati e amici. Le donne sono in grado di essere pienamente devote in amore, gli uomini sono un po' diversi. Quando sentiamo che si stanno prendendo cura di noi, iniziamo ad aprire il cuore.

- Anna Soldatova chiede - "Siete innamorati adesso?"
STAS: Certo! Sempre!
KAZAKY: Sì!

Nella Realtà?
OLEG: In realtà, anche se questa sensazione è passata o si è fermata, si è alla ricerca di essa. Non è possibile creare quando tutto va liscio nella propria vita. Anche se stai bene, hai i soldi, ma tutto va liscio, si ha bisogno di quegli schizzi. Al fine di provare emozioni luminose e chiare, è necessario avere contrasti.
ARTUR: Se ci pensate bene, noi siamo il risultato dell' amore.
OLEG: Penso che siamo tutti alla ricerca di questo stato. Può essere amore forte o un leggero sentimento, ma siamo sempre alla ricerca di esso. Tutti lo vogliono!

- Ricordate il nome dei vostri fan e li riconoscete, almeno quelli più dediti?
ARTUR: Certo.
OLEG: Certo. Conosciamo molti dei nostri fan. Non diremo i nomi adesso perché, si sa, si dice un nome e il resto si offende. Conosciamo i fan più attivi e e sappiamo come sono fatti. Abbiamo parlato con loro durante i concerti, ho anche parlato con una ragazza al telefono!

- Alcune persone sono fortunate!
OLEG: Sì, perché naturalmente, seguiamo i loro commenti. Ogni artista crea l'arte, al fine di essere riconosciuto e visto. Non c'è artista senza fan. Nessun fan - Nessun artista. Queste sono persone molto importanti nella nostra vita. Li apprezziamo davvero.
STAS: Vi ringraziamo molto per esserci!

- Siete intenzionati ad organizzare incontri con i fan?
OLEG: Non organizziamo speciali incontri con i fan. Lo stiamo progettando però. Gli incontri hanno luogo generalmente dopo il concerto. Cerchiamo di avere il tempo per questo. Voli costanti, corriamo sempre da qualche parte, ma stiamo cercando di soddisfarli. A volte la gente guida per migliaia di chilometri per vedere i nostri concerti. Naturalmente noi non possiamo rifiutare e ciò li rende felici e rende felici anche noi!

- Mohammed chiede - "Potete descrivere voi stessi in una parola?" Ciascuno.
ARTUR: Penso che si capisca meglio da fuori, quindi non sono in grado di descrivere me stesso. E 'complicato.
OLEG: Mohammed, che razza di domanda è questa?
ARTUR: Lui riuscirebbe a descriversi in una parola?
OLEG: La modestia fa l'uomo. Noi ragazzi siamo modesti.
KIRILL o OLEG: E' il nostro modo di essere.

- Certo, sarò banale e vi chiedo riguardo Madonna. Com'è stato lavorare con lei ed è stato complicato girare il video "Girl Gone Wild"?
OLEG: Ogni ripresa video ha le sue sfide. Lavorare con Madonna è stato grandioso! Se parliamo di donne perfette, lei è una di loro. Non si tratta di altezza, peso, dimensioni del seno, età, ecc. Siamo abituati a pensare che le donne siano deboli. Io invece ammiro le donne forti che raggiungono grandi risultati. Loro dettano moda e fanno qualcosa di serio. Enorme rispetto per Madonna! Puoi amarla, puoi odiarla, ma lei ha quella marcia in più! E' un dato di fatto! Ed è cool! Ci sono state difficoltà perché lei è molto esigente e lei è molto chiara sulle sue richieste. Abbiamo girato uno stesso passo almeno 20 volte e ci sono venute le vesciche ai piedi. Dopo di che ha guardato il materiale e ha fatto i suoi commenti su ciò che le piaceva e cosa non le piaceva. Lei controlla tutto e poi abbiamo visto il risultato e non è solo un capriccio di una star diventata pazza. E' stato incredibile, è stato interessante. Una grande esperienza! Siamo felici di aver richiamato le sue attenzioni.

- Nella biografia del Kazaky ci sono dei momenti legati alla carità. Avete partecipato al più grande evento europeo, al LIFE BALL, Anche all' U.S Diffa. Ditemi, come siete riusciti ad esser invitati a questi progetti?
ARTUR: L'invito al Life Ball è stato grazie a DSquared2. Abbiamo lavorato molte volte con loro, sono nostri amici. E' stato grande, enorme e impressionante! Nonostante il lungo volo e il non aver dormito per quasi 24 ore, siamo arrivati ​​e abbiamo fatto una buona performance. Siamo molto grati per il sostegno! Al Diffa - l'evento organizzato per aiutare le persone sieropositive. Hanno raggiunto la somma di 900.000$. E' avvenuto in America, a Dallas. Un ringraziamento speciale a Jan Strimple. Lei è l'adorabile donna che ha organizzato tutto. E' stato davvero bello, ci è piaciuto! La cosa principale è che l'evento ha aiutato molte persone.

- Avete incontrato qualche celebrità di Hollywood lì? Siete diventati amici di qualcuno?
OLEG: Al vero evento DIFFA, no. Ma quando siamo andati alle riprese del video di Madonna, sì. Dopo che è stato mostrato il video, c'è stato un party con tutte le possibili celebrità, come anche star del cinema! 
ARTUR: Come Leonardo DiCaprio...
KIRILL: C'era chiunque lì!
OLEG: Madonna è una donna impressionante! Lei balla con i ballerini e ha organizzato scontri di danza. E' stato figo! Ovviamente nessuno correva in giro e faceva foto con le star perchè è stato un ritrovo amichevole senza alcun pathos! Non abbiamo stretto le mani a tutti ma abbiamo visto tutte quelle persone dal vivo.

- Come riuscite a mantenervi in questa forma fisica straordinaria? Andate in palestra?
ARTUR/OLEG: Aerobica, definizione, pilates, stretching...
OLEG: Ma seriamente ognuno lo fa nel modo che sente più giusto per sè stesso. Abbiamo un sacco di prove e questo è un ottimo esercizio per tenersi in forma. Gli altri ragazzi scelgono per conto loro.
ARTUR: Domani ho una lezione di danza classica al Teatro dell'Opera Nazionale.. Ho lavorato lì per due anni e mezzo prima dei KAZAKY. Qui è dove ho avuto la lezione principale prima di iniziare a ballare.
OLEG: Funziona così: facciamo colazione, dormiamo, andiamo alle prove, Artur riesce a svegliarsi e ad andare alle lezioni di danza classica per poi venire a fare le prove.

- Cosa succede durante le lezioni?
ARTUR: Per comprendere cosa sta succedendo lì, hai solo bisogno di conoscere il balletto (la danza classica).

- Ciò significa che tu sei nel balletto?
ARTUR: Nell balletto classico, essendo io un ballerino classico. Mi sono laureato all'Academy of Russian Ballet (Accademia del balletto russo - Vaganova) a San Pietroburgo e per la mia intera vita sono stato ballerino solista in vari teatri. L'ultimo teatro è stato Il Teatro dell'Opera Nazionale in Ucraina.
STAS: Sai, lui può volare! 
KIRILL: Lui in realtà rimane in aria!
STAS: Lui sa fare trucchi incredibili!

- Trucchi come nel video di "Last Night" e altri fatti da te, Artur?
ARTUR: Sì
OLEG: Sì
STAS: E senza alcun tipo di aiuto. Lui riesce a rimanere in aria per molto tempo. Riuscite ad immaginare? E' fantastico!

- Avete un vostro video dance preferito? Quale coreografia di quale star vi ha colpiti di più?
KIRILL: Mi piacciono le coreografie di Chris Brown e Beyoncé. Lei ha un coreografo incredibile, Jontè (Jontè Moaning). Lui ha introdotto il suo proprio stile hip-hop a New York nei suoi video. Adoro anche "Video Phone" (Beyoncé & Lady Gaga). Uno dei miei video preferiti di Beyoncé. E tu? (riferendosi ad Oleg)
OLEG: Per quanto riguarda le coreografie, ovviamente, l'America ha avuto davvero successo qui. Loro hanno dettato la moda al mondo intero. Come abbiamo già detto prima, non c'è moda nella coreografia il pensiero individuale è molto importante. I video di Beyoncé e Rihanna hanno fantastiche produzioni. Chiunque le adora e noi non facciamo eccezione.

- KAZAKY : un gruppo giovane che è riuscito a conquistare importanti risultati. Specialmente per l'Ucraina. Penso che non ci sia altra band che sia riuscita a raggiungere lo stesso livello. Voi avete partecipato negli spettacoli più importanti, avete colpito le migliori riviste di moda, avete registrato video con le star più famose. Cosa vorreste dopo?
KIRILL: La prossima cosa vi verra mostrata è il nostro nuovo video. Rimane ancora l'album e stiamo preparando alcuni nuovi esperimenti per l'autunno.
ARTUR: Tutto arriverrà a suo modo. Noi viaviamo, facciamo ciò che ci piace e qualcosa di interessante che ispira ci arriva. E' come l'ossigeno che scorre attraverso i nostri corpi, e poi vivi di nuovo sapendo che presto ci sara di nuovo qualcosa di soprendente. Noi preferiamo non anticipare perchè sappiamo per certo che qualcosa di interessante sta per accadere. Tutto dipende dal nosto modo di vedere che ci sostiene. Questo è un vero grande supporto.

- Io penso che voi avrete successo e noi continueremo ad esser felici per il vostro successo insieme a voi. Io ho un'ultima domanda. Quale musica ascoltate sul vostro iPhone?
ARTUR: Solo la musica nell'iPhone.
KIRILL: Io ho alcuni DJ occidentali, a volte deep house. Si tratta di musica d'atmosfera. QUando vai a trovare qualcuno, quando c'è una festa, colleghi il tuo iPhone alle casse.

- Quindi intendete musica d'ascolto?
KIRILL: Chi altro c'è nel deep house? Penso piaccia anche ad Oleg.
OLEG: Mi piace ascoltare la musica dei DJ. Per me non riguarda lo stile, riguarda più lo stato d'animo. Avolte lo stato d'animo è vicino a qualche musica sentimentale, ma da quando stiamo lavorando con questa, noi stessi siamo coinvolti nel crearla. La nostra vita creativa è così intensa che a volte vuoi ascoltare musica meno impulsiva. Mi piace la musica che non è troppo esagerata, in termini di canto e tutto il resto. Quindi sono i DJ. Noi attualmente abbiamo un vero ampio gusto. Niente è strano per noi.
ARTUR: Noi ascoltiamo la musica che tutti ascoltano. I adoro ascoltare musica classica per ovvi motivi come anche la musica dei locali. Una vasta gamma di musica.
KIRILL: A volte voglio solo rilassarmi e stare in silenzio. Il silenzio è la cosa migliore. Fai musica, balli la musica. Concerti, cuffie, voli a lunga distanza. A volte vuoi un po' di silenzio.

- Vi sto per chiedere di lasciarci un autografo.
ARTUR: Sfortunatamente non possiamo.

- Perchè no?
ARTUR: Non fa parte del nostro concetto.

- Seriamente?
ARTUR: Sì. (Scherza!)

- Scegliete il punto e firmate.
ARTUR: Da guardare con una lente di ingrandimento. (Riferendosi alla firma di Stas)

- Grazie. Un momento per una foto di gruppo per Instagram. Grazie per essere venuti.
ARTUR: Grazie a te! E' stato davvero bello parlare con te.

- Grazie davvero per essere venuti!



0 commenti:

Copyright © 2012-2014 It's All About Kazaky